Home » Embolizzazione Fibroma Uterino » Embolizzazione: angiografia

Embolizzazione: angiografia

Sala Angiografica

Sala Angiografica - www.Embolizzazione.it

Sala dedicata all'intervento di embolizzazione. La paziente viene adagiata sul lettino dell'angiografia e previa sterilizzazione dell'inguine destro viene eseguita una piccola puntura sempre all'inguine da dove verra' veicolato nelle due arterie uterine  un catetere delle dimensioni piu' piccole di una punta di una penna BIC. L'intervento e' del tutto indolore e a distanza di tre giorni non sara' nemmeno piu'  possibile individuare il punto di introduzione del catetere nella cute. Non rimane infatti alcuna cicatrice.

Angiografia pre embolizzazione

Angiografia pre embolizzazione - www.Embolizzazione.it

L'immagine angiografica mostra il catetere all'interno dell'arteria uterina di destra. L'iniezione di mezzo di contrasto mette in evidenza la vascolarizzazione del fibroma che appare come una massa rotondeggiante intensamente vascolarizzata.

Angiografia post-embolizzazione

Angiografia post-embolizzazione - www.Embolizzazione.it

Dopo embolizzazione si osserva la totale scomparsa della vascolarizzazione della massa fibromatosa ( e' evidente solamente l'arteria uterina). Il fibroma quindi e' stato privato di tutta la sua vascolarizzazione grazie alla chiusura delle arterie mediante piccolissime particelle sferiche. Le particelle che vanno ad occludere completamente tutte le arterie all'interno del fibroma vengono spinte verso la periferia dal flusso sanguigno rendendo quindi  impossibile la loro dislocazione in altri distretti od organi. La tecnica infatti e' estremamente sicura.

 Vai alla pagina successiva clicca qui

Corriere.it

Chi siamo

Chi siamo - www.Embolizzazione.it

www.Embolizzazione.it